Logo San Marino RTV

Camera di Commercio: da dicembre un desk sammarinese presso la Camera di commercio italo-americana a Miami

9 ott 2012
Camera di Commercio: da dicembre un desk sammarinese presso la Camera di commercio italo-americana a Miami
Un progetto pilota, di lunga gestazione ma perfetto per rispondere alle esigenze di internazionalizzazione del Paese, con il grande merito di puntare sui giovani del Titano. La 27enne Simona Capicchioni e Mattia Ronchi, di 24 anni, entrambi laureati già con esperienza all’estero e vincitori del concorso indetto dalla Camera di Commercio, saranno i primi due tirocinanti che per tre mesi ciascuno - prima l’una, poi l’altro – a partire da dicembre, lavoreranno al desk sammarinese presso la Camera di Commercio italo-americana a Miami. Ragazzi che investono sul loro futuro, non temono di mettersi in gioco e non esitano a partecipare a loro spese al progetto per quel che riguarda viaggio e sostentamento. Ad accollarsi parte dei costi è lo stesso Ambasciatore Minna, fautore dell’iniziativa, sostenuta da subito con forza dalle Segreterie di Stato per gli Affari Esteri e per l’Industria e il Commercio. “Felice di aver favorito il perfezionamento di questa pratica. E’ giusto per San Marino investire sulle proprie risorse umane – osserva Antonella Mularoni – noi dobbiamo fare selezioni su numeri bassi, ma è anche vero che nostri giovani sono molto qualificati”. “Siamo lieti – fa sapere Nevio Boccanera, Segretario generale della Italy –America Chamber of Commerce Southeast, in un messaggio di saluto – di poter mettere a disposizione il nostro patrimonio di conoscenze, contatti commerciali e istituzionali a favore di San Marino”. Fondamentale per la Camera di Commercio di San Marino è la consapevolezza di poter contare su un referente oltreoceano che possa dare assistenza diretta alle nostre imprese e accompagnarle sul cammino dell’export, che molte di loro hanno già intrapreso. Primo obiettivo sarà la promozione del Consorzio Vini Tipici sul mercato americano proprio attraverso Miami, crocevia fondamentale per la movimentazione dei commerci non solo per gli Stati Uniti, ma anche per il Sudamerica. “Consorzio già presente sul mercato d’Oltreoceano – sottolinea Paul Andolina – con 200mila dollari di vini venduti in un anno, ma non mancano altre opportunità di espansione”. Si prevede, infatti, la presentazione dei vini tipici sammarinesi in un grande food show a Miami, con relativo e auspicabile loro inserimento nel circuito di distribuzione. L’accordo siglato dalle due Camere di Commercio, con validità di due anni, darà la possibilità anche ad altri giovani sammarinesi di vivere questa interessante esperienza formativa all’estero. Tutti meritevoli gli esclusi dalla prima selezione che potranno comunque giocarsi un’altra chance alle prossime, naturalmente insieme a nuovi candidati.

Silvia Pelliccioni

Nel video le interviste a Simona Capicchioni, Mattia Ronchi, Pier Giovanni Terenzi (Presidente Camera Commercio San Marino), Luca Minna (Ambasciatore a disposizione di San Marino in USA), Antonella Mularoni (Segretario di Stato per Affari Esteri)