Logo San Marino RTV

Contraffazione e falso d’autore: i commercianti vogliono regole e puntano alla qualità

23 mag 2007
L'incontro
L'incontro
Contraffazione e falso d’autore. Settore commerciale di fronte ad un bivio: si sceglie la qualità o si continua a favorire l’industria del falso? Questa la domanda cui sono stati chiamati a rispondere gli operatori del commercio, ieri sera all’Ex International, in un confronto a tutto campo con le associazioni di categoria Osla, Usot e Usc.
E la risposta è stata chiara e compatta: i commercianti della Repubblica vogliono la qualità e puntano alla riqualificazione e all’affermazione forte del settore in un clima di collaborazione. Per questo chiedono regole certe che valgano per tutti su tutto il territorio, e una corretta informazione da parte degli uffici competenti e da parte di chi effettua i controlli, “perché - è stato detto – si può sbagliare anche in buona fede”.
È quanto emerso dal questionario consegnato agli operatori durante l’incontro che, in una domanda aperta, hanno evidenziato anche quali fenomeni compromettono la buona immagine della Repubblica verso l’esterno. Tra i problemi sollevati, molto sentito, quello delle triangolazioni fiscali, la presenza di ingrossi e industrie che vendono al dettaglio e di titolari di licenze industriali che, di fatto, esercitano attività di tipo commerciale. Sollevato anche il problema della viabilità e dei parcheggi.
Numerosi gli operatori che hanno partecipato all’incontro, prima tappa di un percorso che vedrà altri momenti di confronto sulle tematiche che riguardano il settore.