Logo San Marino RTV

Creditori Aeradria: su 56 milioni richiesti, solo 18 vengono restituiti

2 apr 2014
Creditori Aeradria: su 56 milioni richiesti, solo 18 vengono restituiti
Creditori Aeradria: su 56 milioni richiesti, solo 18 vengono restituiti
“Risponderemo nelle sedi opportune”. Banca Carim 'esclusa eccellente' della lista dei creditori che le forbici del curatore Renato Santini hanno ridotto ad un terzo, non commenta e avvia le carte da esibire in Tribunale. C'è poco tempo per preparare ricorsi e contenziosi: l'udienza è fissata per il 15 aprile. Il principio che ha ridotto a 18 gli oltre 56 milioni di euro richiesti dai numerosi creditori della società che gestiva l'aeroporto Fellini Rimini San Marino è l'esclusione di quanti avrebbero contribuito al dissesto in vista dell'azione di responsabilità. Respinti i compensi richiesti dall'ex presidente Massimo Masini, dai revisori, dai professionisti che – secondo l'interpretazione del curatore. “con le loro azioni avrebbero finito per aggravare il bilancio dello scalo”. Fuori Carim, che pure vantava da Aeradria nove milioni di euro. L'ultimo prestito peraltro, va ricordato, risale alla fase finale del lungo periodo di commissariamento. Con la regia, pertanto, di Banca d'Italia. Restano fuori anche Riviera di Rimini, sul cui fallimento è in corso un'inchiesta, e la Windjet, con la quale è ancora aperto un contenzioso.

Sara Bucci