Logo San Marino RTV

Fmi: le ricette per un finanza pubblica "sostenibile"

2 feb 2020
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Si è più volte parlato di "sostenibilità" durante la recente visita a San Marino del Fondo Monetario Internazionale. Una parola che torna anche nel documento conclusivo pubblicato sul sito dell'Fmi in cui si leggono una serie di analisi che diventano, di fatto, consigli e ricette per lo sviluppo. Sul fronte della finanza pubblica, il Fondo mette in guardia su un disavanzo destinato ad "ampliarsi". L'impegno a rimborsare i fondi pensione in Banca Cis, insieme a trasferimenti attesi in Carisp e alla scadenza delle misure una tantum, secondo il documento potrebbero far crescere il deficit fiscale (attorno al 5% del Pil nel 2020).

Per ridurre il debito agendo sia sulle entrate che sulle uscite, alcuni dei consigli sono: introdurre l'Iva e riformare il sistema delle pensioni.  Le riforme strutturali, scrive, rafforzerebbero la competitività con l'esterno e migliorerebbero le prospettive di crescita. Per il mercato del lavoro, il Fondo guarda con favore, tra le altre cose, a un allentamento nelle assunzioni anche di non residenti, a interventi sulle prestazioni sociali e a modifiche al salario supplementare. Giudizio positivo dell'organizzazione di Washington anche all'attuale assetto politico: l'arrivo di una larga maggioranza composta da quattro formazioni diventa, si legge, un'opportunità per un largo consenso utile a compiere le riforme. Oltre a questo, si è parlato dell'importanza strategica dell'accordo di associazione con l'Unione europea.