Logo San Marino RTV

Formalizzata la fusione tra Bac e Ibs

30 ott 2012
Formalizzata la fusione tra Bac e IbsFormalizzata la fusione tra Bac e Ibs
Formalizzata la fusione tra Bac e Ibs - Con la firma sull'accordo di fusione, nasce un unico soggetto bancario rafforzato, frutto dell'union...
E' un'operazione che parte da lontano. Almeno dal 2010, quando il gruppo Unicredit ha lasciato trapelare per la prima volta l'intenzione di rinunciare alle sue presenze all'estero e di lasciare, oltre alla Svizzera, anche la Repubblica di San Marino. Immediate le trattative aperte con i possibili acquirenti, con manifestazioni di interesse da più parti e dopo lunghi negoziati sfociati nell'intesa con l'IBS. Un anno dopo, il 5 aprile 2011, una nota ufficiale rivela l'avvenuta cessione del pacchetto di maggioranza di Banca Agricola Commerciale. L'85% del capitale, per una cifra superiore ai 62 milioni di euro, è passato nelle mani della società lussemburghese Demas SA, titolare del 77% del pacchetto azionario dell'Istituto Bancario Sammarinese. Un'intesa che, di fatto, ha aperto la strada alla costituzione di un gruppo bancario di forte presenza sul territorio, con manifeste ambizioni ad allargare i propri orizzonti. La firma sull'accordo di fusione ha chiuso la fase preparatorio dell'integrazione dei due istituti, formalizzato il passaggio di tutti i dipendenti al nuovo soggetto che si chiamerà BAC, Banca Agricola Commerciale, Istituto Bancario Sammarinese. Il grupoo bancario sarà composto anche da altri tre soggetti autorizzati: IPBS Leasing, Bac Fiduciaria e San Marino Life, controllati al 100%. Prevista, entro l'anno, l'apertura di due nuove filiali, a Faetano e Cailungo.

Sergio Barducci