Logo San Marino RTV

Frontalieri in assemblea: primo passo verso la mobilitazione nazionale del 16 novembre

26 ott 2013
Frontalieri in assemblea: primo passo verso la mobilitazione nazionale del 16 novembreFrontalieri in assemblea: primo passo verso la mobilitazione nazionale del 16 novembre
Frontalieri in assemblea: primo passo verso la mobilitazione nazionale del 16 novembre - Il 2 e 9 novembre momenti informativi in Piazza Tre Martiri a Rimini anche per raccogliere le tesser...
A Viserba di Rimini l'assemblea dell'Associazione Coordinamento Frontalieri, in vista della grande mobilitazione nazionale, cui prenderanno parte anche i lavoratori di confine di Ventimiglia e Svizzera, prevista per il 16 novembre alle ore 15, davanti alla Prefettura proprio quando, presumibilmente, nel Parlamento italiano staranno votando l'emendamento per inserire la franchigia nella legge di stabilità. Non sarebbe l'ultimo treno, hanno spiegato in assemblea, se l'emendamento non dovesse passare c'è sempre il mille proroghe, in attesa di una legge definitiva che metta la parola fine all'incertezza che ogni anno caratterizza il reddito dei frontalieri. La mobilitazione del 16, che culminerà con un incontro col Prefetto, sarà preceduto da due momenti informativi in Piazza Tre Martiri, a Rimini, il 2 e 9 novembre. Sarà l'occasione per raccogliere le tessere elettorali, per dare un segnale forte ai politici, ossia che i frontalieri non voteranno più finché non sarà risolto il loro problema fiscale. Altre iniziative potrebbero essere presentarsi in massa al collocamento e chiedere l'iscrizione come disoccupati. L'importante, ammonisce Maurizio Morigi dell'Associazione, è che i frontalieri rispondano, e numerosi. Lo abbiamo sentito al termine dell'assemblea.