Logo San Marino RTV

Giudizio Fitch: Ministro Tria getta acqua sul fuoco, "Li convinceremo con i fatti"

1 set 2018
L'agenzia di rating FitchGiudizio Fitch: Ministro Tria getta acqua sul fuoco, "Li convinceremo con i fatti"
Giudizio Fitch: Ministro Tria getta acqua sul fuoco, "Li convinceremo con i fatti" - L'agenzia di rating Fitch ha confermato il rating sull'Italia, ma l'outlook passa da “stabile” a “ne...
Non si può dire si sia trattato di una doccia fredda, essendo tutto sommato atteso, un giudizio del genere; specie in un periodo complicato, con lo spread tornato a salire sopra i livelli di guardia. Come è noto Fitch ha confermato il livello tripla B ai titoli del debito pubblico italiano; ma la prospettiva - che passa da “stabile” a “negativa” - non sembra preoccupare troppo il Ministro dell'Economia, che ha appreso della notizia a Shangai, nel corso dell'ultima tappa della visita istituzionale in Cina. “Le agenzie di rating – ha commentato, serafico, Giovanni Tria – stanno aspettando le azioni del Governo. Credo che tra poco non ci sarà più il problema di convincere su azioni future, ma ci saranno le azioni”. Da qui la convinzione che – a breve – questi giudizi verranno corretti in positivo. Anche perché – ha aggiunto – il Paese ha impegni europei “e vanno rispettati”. Ma le sensibilità di alcuni membri della Maggioranza – ormai non è un mistero – differiscono non poco dalle posizioni del Ministro, specie quando si parla di Europa. E' il caso del Presidente della Commissione Bilancio della Camera. “Non mi risulta – ha commentato Claudio Borghi - ci siano impegni nuovi dell'Italia rispetto all'Ue, tranne quelli che devono essere contrattati: sul futuro cominceremo a discutere martedì, con la riunione della Lega”. E anche un esponente di peso del Carroccio, il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, sembra orientato ad una certa libertà di azione, rispetto a Bruxelles, a tutela dell'interesse nazionale. Giancarlo Giorgetti ha detto ieri chiaramente che lo sforamento del 3% non è un tabù, se necessario a mettere in sicurezza il Paese con investimenti infrastrutturali.