Logo San Marino RTV

Introduzione sistema Iva, Usot: "Siamo contrari, no ad un aumento dei prezzi'"

di Mauro Torresi
26 ott 2019
Anche a San Marino si parla della possibile introduzione del sistema Iva
Anche a San Marino si parla della possibile introduzione del sistema Iva

Nelle ultime ore, in Italia, è stata annunciata l'intenzione di concedere ai piccoli commercianti un credito d'imposta del 30% delle commissioni sulle transazioni con bancomat e carte. Una spinta per diminuire il contante accolta, in linea di massima, positivamente dalla categoria. La misura, contenuta nell'ultima bozza del decreto fiscale, arriva mentre a San Marino si parla della possibile introduzione del sistema Iva.

Una novità già caldeggiata da organizzazioni come il Fondo Monetario e che ha ottenuto l'ok degli industriali. Sul chi va là, invece, Osla più propensa a valutare l'effetto sui consumi interni. In linea gli operatori del turismo. “Siamo contrari”, dice il presidente dell'Usot, Luigi Sartini, secondo il quale con il sistema Iva ne risentirebbe il mercato interno. “Abbiamo bisogno di tutto – prosegue – meno che di un innalzamento dei prezzi”.

L'Unione degli operatori turistici aveva proposto un “doppio binario”: Iva per l'industria, così da favorire l'export, e monofase per il commercio interno. Sartini, però, non chiude definitivamente sul tema e attende la proposta del prossimo Governo. Guardando al futuro, ragiona sulle necessità del settore turistico a partire da un programma di investimenti. “Bisogna capire se farlo vivere o continuare a galleggiare”, afferma. Sartini riconosce che gli stessi operatori dovranno fare la loro parte, per riqualificare, tramite un programma di aiuti, per proporre maggiore qualità e riscoprendo la “nostra territorialità”.