Logo San Marino RTV

L’Italia protagonista alla Fiera del Turismo di Tel Aviv

8 feb 2017
Il Ministro del Turismo Israeliano Yariv Levin (a sinistra) con l’Amministratore Delegato di AIRiminum 2014, Leonardo Corbucci.
Il Ministro del Turismo Israeliano Yariv Levin (a sinistra) con l’Amministratore Delegato di AIRiminum 2014, Leonardo Corbucci.
Forte presenza italiana all’IMTM - International Mediterranean Tourism Market, maggiore fiera del turismo in Israele, che si è svolta dal 7 all’8 febbraio a Tel Aviv nei padiglioni del Tel Aviv Convention Center Israel, dove erano presenti le più alte rappresentanze istituzionali del governo israeliano e le più importanti compagnie aeree e tour operator del Paese.
Alla fiera presenti anche due scali italiani: l’Aeroporto “Federico Fellini” di Rimini e San Marino, con l’Amministratore Delegato della società di gestione AIRiminum 2014, Leonardo Corbucci, e l’Aeroporto “Valerio Catullo” di Verona, che da anni rappresenta un modello di successo per la penetrazione del mercato israeliano (nel 2015 ha superato i 100 mila passeggeri da e per Israele), grazie anche all’apporto costante e coordinato di tutti i soggetti pubblici e privati del territorio di riferimento.

La presenza di AIRiminum 2014 era rivolta a proseguire il progetto “Israele”, che mira a realizzare un ponte di collegamento tra Rimini e Tel Aviv per favorire in primis lo sviluppo turistico della Romagna e della costa adriatica in generale. Il progetto, avviato da tempo dal management, si basa su un modello integrato che prevede la partecipazione proattiva di tutti gli attori della filiera, a partire dalle autorità istituzionali israeliane e italiane, la compagnia aerea, gli aeroporti, i tour operator e gli albergatori italiani e israeliani per generare e gestire nuovi flussi turistici di incoming e outgoing.
“Se l’intera industria turistica nei prossimi anni sarà in grado di assicurare le giuste risposte alle esigenze specifiche di questo nuovo mercato - afferma l’Amministratore Delegato di AIRiminum 2014 Leonardo Corbucci -, la Romagna, in base alla piattaforma di accordo già impostata, potrebbe diventare una destinazione ideale per le famiglie e i giovani turisti israeliani”.