Logo San Marino RTV

Mutui prima casa: la situazione sammarinese

30 giu 2008
Mutui prima casa: la situazione sammarinese
E’ salito al 5,75%, nello scorso mese di maggio, il tasso applicato dalle banche italiane sui prestiti alle famiglie per l’acquisto delle abitazioni. Si tratta del dato più alto degli ultimi cinque anni, secondo le stime dell’ABI, l’associazione bancaria italiana. San Marino si dimostra pressoché in linea con l’Italia con mutui a tassi variabili. Fuori casistica chi usufruisce dell’edilizia sovvenzionata, perché qui lo Stato interviene a favore degli acquirenti per i 2/3, come stabilito dalla legge, ed eroga 133mila euro per le giovani coppie con meno di 35 anni; e 103mila euro per tutte le altre fasce d’età. Se si tratta di persona fisica, il contributo dello Stato sugli interessi è del 65%. Mentre in caso di società cooperative di abitazione il finanziamento sale al 75%. Le rate si pagano ogni sei mesi, 30 giugno e 31 dicembre. Rientrano nell’edilizia sovvenzionata anche i mutui per la ristrutturazione della casa, con gli stessi importi.
Il calcolo del tasso di interesse si basa sul valore puntuale registrato nel primo trimestre dell’anno, usato poi come parametro per tutto il semestre. E’ il tasso EURIBOR SEI MESI, maggiorato dell’1% per i prestiti con durata fino a 15 anni; dell’1,20% per mutui da 16 a 20 anni, e dell’1,45% da 21 a 30 anni.
Per il momento il dato medio sammarinese è del 5,54%, di poco al di sotto del record italiano di maggio, ma si prevede che nei prossimi sei mesi ci sarà un rialzo, perché già ora l’EURIBOR è più alto di quello registrato a inizio anno.