Logo San Marino RTV

Nuovo confronto Governo-Categorie: sul tavolo le richieste per il rilancio del Paese

di Mauro Torresi
14 feb 2020
Usot al Begni

“Stiamo perdendo fette di mercato”: la presidente di Osla, Monica Bollini, invita l'esecutivo ad “adottare urgentemente” una serie di misure per la ripresa economica. Bollini riconosce al Governo il fatto di essersi appena insediato, ma invita a partire dal reperimento di risorse, attraverso riduzione della spesa e degli sprechi, per consentire nuovi investimenti. Per Osla, si potrà poi parlare di indebitamento estero, ma “il bilancio dovrà essere a posto”. Dall'organizzazione l'invito a ridurre la burocrazia e a garantire una certezza del diritto e un mercato del lavoro più flessibile. Elementi come difficoltà di accesso al credito, burocrazia e situazioni “poco competitive” dal lato fiscale, sostiene Bollini, contribuiscono ad allontanare potenziali investitori. Altro tassello fondamentale è la politica estera, dai rapporti con l'Italia all'accordo di associazione.

La presidente dell'Unione sammarinese commercianti, Marina Urbinati, definisce l'incontro “costruttivo” e caratterizzato dal confronto “sulle tante problematiche”. Al centro la giustizia, le riforme e i progetti. L'Usc si dice, però, “rammaricata” per l'assenza di alcuni Segretari di Stato alla riunione, “pur nella consapevolezza del momento difficile che tutto l'esecutivo sta affrontando”. “Rimaniamo in attesa delle azioni, necessarie, che possano farci uscire dalle 'secche'”, aggiunge l'organizzazione che parla della volontà del Governo di procedere con la raccolta delle istanze delle categorie, una sintesi e una condivisione.

Per l'Usot bisogna subito intervenire sulla giustizia, per garantire certezza del diritto, e sul sistema bancario: due elementi che “frenano qualsiasi tipo di investimento”, sostiene il presidente Luigi Sartini. Il turismo, dice, “può essere il volano della ripresa economica”. Una politica di eventi, una promozione nell'immediato, un progetto che punti al benessere e al turismo escursionistico che soggiorni in territorio sono tre elementi chiave di una nuova offerta, oltre alla cultura. “Nessuno ha la bacchetta magica – afferma Sartini – ma bisognerà iniziare a portare avanti un percorso”.

Oltre alle associazioni di categoria, nel pomeriggio si sono svolti gli incontri con gli ordini professionali e Abs.