Logo San Marino RTV

L'Ordine Ingegneri e Architetti respinge le accuse dei sindacati

14 set 2013
L'Ordine Ingegneri e Architetti respinge le accuse dei sindacati
L'Ordine Ingegneri e Architetti respinge le accuse dei sindacati
In riferimento alle dichiarazioni sindacali (CSU) presenti sulla stampa di ieri (oggi), circa il fatto che i professionisti “…non hanno mai pagato in ragione di quanto realmente guadagnato….” e ancora “…la prima differenza tra un lavoratore dipendente e un libero professionista è che il primo dichiara tutto…mentre il secondo no.”, l'Ordine degli Ingegneri e Architetti respinge categoricamente e nella maniera più ferma ed assoluta tali affermazioni, ritenendole offensive nei confronti del nostro Ordine.
Secondo la CSU, è giusto e auspicabile che una categoria di lavoratori, i liberi professionisti appunto, sia assoggettata ad aliquote fiscali più gravose sulla base di una presunta ed indiscriminata evasione punendo quindi, in particolar modo, chi opera nel rispetto della legge ottemperando pienamente ai propri doveri verso lo Stato.
L'Ordine degli Ingegneri e Architetti ritiene di fondamentale importanza perseguire e punire il fenomeno dell'elusione fiscale.
In conclusione ritenendo di essere stati oltremodo pacati e sereni anche su dichiarazioni simili nei mesi passati, crediamo che si sia raggiunto un grado di inciviltà e falsità non più tollerabile.
Pertanto l'Ordine ritiene di dover valutare con i propri legali, se sussistano in tali dichiarazioni gli estremi della diffamazione, per tutelare l'immagine e l'onorabilità dei propri iscritti.
Tanto si doveva.

Comunicato stampa - Il Consiglio dell'Ordine degli Ingegneri e Architetti RSM