Logo San Marino RTV

L’ottimismo espresso dal premier Monti nella sua trasferta in Cina non trova conferma nei mercati

4 apr 2012
L’ottimismo espresso dal premier Monti nella sua trasferta in Cina non trova conferma nei mercati
L’ottimismo espresso dal premier Monti nella sua trasferta in Cina non trova conferma nei mercati
Lo spread Btp-Bund di nuovo alle stelle. Tocca i 350 punti dopo aver chiuso ieri a 335. Crescono i timori anche per la solidità di Madrid. Lo spread a dieci anni raggiunge i 392 punti, riavvicinandosi pericolosamente a quota 400. Seduta in calo per tutti i principali listini europei. La maglia nera va a Francoforte. Milano chiude in ribasso del 2,2%. Insomma, l’ottimismo del premier Monti sulla fine della crisi in Europa non trova conferma nei mercati. E il premier precisa il senso delle sue dichiarazioni in Asia e risponde così alle critiche: "mai detto che la crisi è finita. Da oltre oceano c’è chi guarda con preoccupazione all’Italia. Il Wall Street Journal lancia l’allarme sui rischi per l'economia del Belpaese. Le misure di austerity varate da Roma – secondo l’organo si stampa americano - arrestano lo sviluppo dell’attività economica. Rincara la dose il Financial Times, che aggiunge che è finita la luna di miele del governo tecnico, parlando del rischio di instabilità politica.