Logo San Marino RTV

Presentata l'indagine dello Studio Ambrosetti sulla Repubblica di San Marino

19 mag 2008
La presentazione
La presentazione
I sammarinesi smentiscono tutti i luoghi comuni che li riguardano, hanno una visione molto pessimistica del futuro e indicano due soluzioni per andare avanti: la qualità dell’istruzione a tutti i livelli e l’apertura internazionale. All’ultimo posto invece mettono la stabilità politica. Una scelta, secondo i promotori del Forum San Marino, indicativa di una disaffezione sempre più elevata. L’indagine si sviluppa su tre campioni: i cittadini, le aziende italiane e quelle sammarinesi. Per aziende, sottolinea Valerio De Molli dello Studio Ambrosetti, non si intendono solo le imprese ma tutta la leadership che lavora e fa politica a San Marino, mentre in Italia sono state consultate le mille principali aziende nei settori chiave per il Titano quali il turismo, la finanza, l’industria. E i tre campioni vedono in modo del tutto diverso il futuro della Repubblica. In una scala da 1 a 10 la valutazione delle imprese sammarinesi è del 5,52. Molto più positiva la percezione del futuro della Repubblica da parte delle imprese italiane che assegnano un voto del 6,79 mentre i cittadini sammarinesi scendono addirittura al 4,19. I punti di forza indicati dalle imprese restano il sistema fiscale, quello bancario e finanziario, il patrimonio paesaggistico e quello artistico-culturale, ma la voglia di fare impresa scende di 5 punti rispetto al 2007 per il campione italiano e di 4 punti per quello sammarinese. Il questionario, allargato per la prima volta a tutti i sammarinesi, rimarrà on line fino alla vigilia del Forum che si terrà dal 6 al 7 giugno. Per chi intende compilarlo gli indirizzi sono: www.sanmarinoforum.sm, www.cc.sm, www.anis.sm e www.sanmarinonotizie.com.