Logo San Marino RTV

San Marino: per l'Ocse il Titano è virtuoso

30 gen 2014
San Marino: per l'Ocse il Titano è virtuosoSan Marino: per l'Ocse il Titano è virtuoso
San Marino: per l'Ocse il Titano è virtuoso - L'Ocse giudica San Marino al pari di altri paesi virtuosi ed economicamente avanzati, come Italia, G...
La promozione dell'Ocse della Repubblica di San Marino come paese virtuoso era già stata messa in evidenza. Che l'organismo di Parigi avesse però stilato un report dettagliati e corposo nel quale il Titano viene parificato agli Stati considerati più avanzati sotto il profilo economico e più collaborativi, non era ancora trapelato. Secondo indiscrezioni il documento del Global Forum, che sarà illustrato ai rappresentanti dei governi che prenderanno parte al prossimo G20 di Sindney, mette la Repubblica sullo stesso identico piano di Germania, Italia, Stati Uniti, Olanda, Gran Bretagna, Grecia, Brasile o Argentina, in merito alle pratiche di scambio di informazioni. Un giudizio di “Largely Compliant”, vale a dire “in gran parte conforme”. Il rapporto, che è rimasto strettamente confidenziale fino a pochi giorni fa, è ora ufficiale e sarà sul tavolo del G20 nelle giornate dal 20 al 23 febbraio prossimi, quando nella città più importante dell'Australia si terranno gli incontri dei ministri delle Finanze e dei Governatori delle Banche Centrali. Il rating assegnato a San Marino già nel Global Forum di Jakarta nel novembre scorso, mette in evidenza i passi compiuti dalla Repubblica sulla strada della trasparenza, riconoscendone la validità e la rispondenza agli standard internazionali. Giudizi meno lusinghieri invece su altre realtà, come Lussemburgo, o Cipro, ad esempio, considerati non conformi, o l'Austria, solo parzialmente conforme, Così come la Turchia. Allora viene da chiedersi perché l'Italia continui a ritardare l'uscita dalla Black List considerato che questo documento è già nelle mani del Governo italiano, e non si capiscono le ragioni di un trattamento diverso rispetto ai Paesi che hanno lo stesso rating della Repubblica o, ancora peggio, rispetto a quelli che hanno un giudizio inferiore.

Sergio Barducci