Logo San Marino RTV

San Marino: slitta il termine per la dichiarazione dei redditi

12 mag 2015
San Marino: slitta la presentazione della dichiarazione dei redditiSan Marino: slitta il termine per la dichiarazione dei redditi
San Marino: slitta il termine per la dichiarazione dei redditi - Con un decreto legge il Governo ha accolto la richiesta dei sindacati e posticipato al 31 luglio il...
Con un decreto legge il Governo ha accolto la richiesta dei sindacati e posticipato al 31 luglio il termine per la presentazione della dichiarazione dei redditi. La decisione del Congresso di Stato, pubblicata ieri sul Bollettino ufficiale, proroga a fine luglio anche i termini per il versamento del conguaglio contributivo obbligatorio e del Fondiis. Una proroga straordinaria che il Governo ha ritenuto necessaria dopo le modifiche introdotte dalla riforma fiscale, che hanno imposto ai cittadini maggiore impegno in termini di tempo e di gestione. L'iniziativa era stata richiesta qualche settimana fa dai sindacati, che avevano fatto presente la serie di ulteriori adempimenti e integrazioni non previste dalla normativa tributaria precedente.

La nota della Segreteria:
"E’ stato emesso nella giornata di ieri il Decreto-Legge che posticipa i termini per la presentazione della dichiarazione dei redditi per l’anno di imposta 2014. Il provvedimento di natura straordinaria ha lo scopo di assicurare un congruo periodo di tempo a disposizione del contribuente per assolvere correttamente agli adempimenti fiscali a seguito dell’introduzione della nuova riforma e dello strumento del conto fiscale.
La riforma fiscale approvata con Legge 16 dicembre 2013 n. 166 ha introdotto sostanziali modifiche alla dichiarazione dei redditi delle persone fisiche e giuridiche sia per le tipologie di reddito da dichiarare, in base al presupposto che tutti i redditi, ovunque prodotti, dai soggetti residenti sono soggetti all’imposta generale sui redditi (WORLDWIDE PRINCIPLE), che per effetto dell’applicazione delle Convenzioni Contro le Doppie Imposizioni ed in particolare quella sottoscritta con la Repubblica Italiana ed entrata in vigore nel gennaio 2014 contestualmente alla riforma fiscale.
Con il Decreto–Legge in oggetto si prorogano, solo per il periodo d’imposta 2014, i termini per la presentazione delle dichiarazioni dei redditi e il relativo versamento dell’imposta a conguaglio dal 30 giugno al 31 luglio 2015. Questo maggiore periodo di tempo si ritiene necessario e congruo per il contribuente per espletare tutti gli adempimenti fiscali.
Il Decreto – Legge proroga di conseguenza al 31 luglio 2015, anche in questo caso solo per il periodo d’imposta 2014, i termini per la presentazione della dichiarazione dei sostituti d’imposta di cui all’articolo 92 della Legge n.166/2013 ed il versamento del conguaglio dei contributi previdenziali e del Fondiss di cui al comma 1, lettera a) del Decreto Delegato 25 giugno 2014 n. 93.