Logo San Marino RTV

Usot guarda alla programmazione turistica 2020 ed esorta la Segreteria ad avviare un confronto con le associazioni datoriali

11 set 2019
Turisti a San MarinoTuristi a San Marino
Turisti a San Marino

Teme quella “pacificazione di cui avrebbe bisogno il Paese”, Usot, poiché ritiene “possa portare ad un immobilismo istituzionale di mesi (magari per arrivare a primavera) che nessun settore economico – sostiene l'Unione Sammarinese Operatori Turismo - può assolutamente permettersi”. Un modo velato per chiedere che si vada subito al voto? Sullo sfondo c'è comunque la programmazione turistica 2020: in questo contesto politico – aggiunge l'associazione - rischia di rimanere un semplice auspicio la necessità di avviare un immediato confronto fra le associazioni datoriali, Segreteria di Stato e Ufficio del Turismo.

Bisogna, per Usot, andare oltre la mera calendarizzazione degli eventi anno per anno, occorre semmai individuare gli obiettivi strategici da raggiungere nel medio e lungo periodo e una volta individuati, agire con determinazione. In tutto ciò si rende fondamentale la fruibilità di dati statistici certi. “Il tanto pubblicizzato Piano Strategico per il Turismo ed i tavoli di lavoro in base ad esso costituiti, ad esempio, - fanno notare poi - non sono più stati convocati dalla Segreteria di Stato da dicembre del 2018”.

Di qui la richiesta di avviare nel più breve tempo possibile “un confronto aperto, costruttivo e realmente partecipato affinché – conclude Usot - si possa condividere la programmazione per il prossimo anno e confrontarsi sulle necessità e sulla visione di più lungo periodo”.