Logo San Marino RTV

XVI Congresso CSdL: gli interventi dei delegati

10 mag 2007
CSdL
CSdL
Come previsto è Giovanni Ghiotti l’unico candidato alla guida della Confederazione sammarinese del lavoro che uscirà da questo XVI congresso. La giornata odierna al Multieventi è stata caratterizzata dagli interventi dei delegati: 50 in tutto. Larga condivisione, della relazione introduttiva del segretario Ghiotti in cui è stata rilanciata la vertenza sociale. Tanti i fronti di frizione, con la controparte governativa sul welfare. In particolare gli aumenti delle tariffe dei servizi pubblici. Ribadita la richiesta di bloccare il secondo scaglione previsto a luglio. Il segretario della Cdls Marco Beccari, ieri sera, nel messaggio di saluto, aveva lasciato intendere anche l’ipotesi di sciopero generale contro le politiche del governo ed auspicato, un maggior coordinamento tra le due confederazioni sammarinesi. Il segretario al lavoro Antonello Bacciocchi, nel suo messaggio di saluto ha espresso fiducia nel dialogo tra le parti per arrivare a soluzioni condivise. Ed ha ricordato che a breve verrà effettuato un monitoraggio sugli effetti della legge 131, sulle politiche del lavoro. Nel dibattito odierno è emerso con forza inoltre il tema delle pensioni. Per la Csdl la previdenza complementare, in ogni caso, deve essere facoltativa. Sottolineati i buoni risultati sul fronte contrattuale, ottenuti di recente per settore pubblico e Aasp. Soddisfazione generale per l’accordo sulla stabilizzazione dei frontalieri, estesa dal contratto industria, agli altri settori. Domani è l’ultimo giorno di congresso per la csdl. In mattinata la conclusione della votazione e lo spoglio delle schede per l’elezione del segretario, che poco dopo prenderà la parola per l’intervento conclusivo.