Logo San Marino RTV

A Roma inaugurata la grande mostra su Raffaello: primo visitatore il presidente della Repubblica

Fino al 2 giugno alle Scuderie del Quirinale i capolavori più famosi dell'artista urbinate

di Francesca Biliotti
5 mar 2020
Dalla nostra corrispondente Francesca Biliotti
Dalla nostra corrispondente Francesca Biliotti

Fino al 2 giugno Roma ospiterà oltre 100 capolavori tra dipinti, cartoni, disegni, arazzi e progetti architettonici del grande Raffaello, che a Roma morì, a soli 37 anni, e che proprio alla Capitale deve la sua fama universale. Un evento decisamente atteso, con oltre 60mila biglietti venduti e richieste provenienti da tutto il mondo. Un'occasione unica per vedere riunite in uno stesso luogo opere amatissime e celebri come la Madonna del Granduca, e la Velata dalle Gallerie degli Uffizi; dipinti straordinari come il Ritratto di Baldassarre Castiglione e l'Autoritratto con amico, direttamente dal Louvre. Per la prima volta, si potranno ammirare i ritratti dei due papi che consentirono a Raffaello di dimostrare il suo immenso potenziale artistico negli anni romani: quello di Giulio II, dalla National Gallery di Londra, e quello di Leone X coi cardinali Giulio de' Medici e Luigi de' Rossi dagli Uffizi. A Roma Raffaello visse per undici anni che furono intensi e prolifici, e la mostra presta particolare attenzione a questo fondamentale periodo, dalle arti plastiche a quelle decorative, dall'antiquaria all'architettura fino all'urbanistica, poiché Raffaello divenne responsabile della Fabbrica di San Pietro nel 1514. La mostra è il progetto di punta del programma approvato dal Comitato nazionale, istituito dal ministro Dario Franceschini: il primo visitatore è stato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.