Amnesty presenta il rapporto 2018: "È stato l'anno delle donne, hanno alzato la testa"

11 dic 2018
Amnesty presenta il rapporto 2018: "È stato l'anno delle donne, hanno alzato la testa" - L'organizzazione sottolinea come i diritti di rifugiati e migranti siano sistematicamente negati
Amnesty International ha presentato il suo rapporto 2018 sui diritti umani e sottolinea come l'anno appena trascorso sia stato l'anno delle donne.

70 anni dalla dichiarazione dei diritti umani e nel 2019 sarà il 40esimo anniversario della convenzione sull'eliminazione di ogni forma di discriminazione nei confronti delle donne: proprio quelle donne, secondo Amnesty, che nel 2018 hanno alzato la testa. Alla presentazione del rapporto 2018 era presente anche l'attivista brasiliana per i diritti Lgbti Monica Benicio, compagna di Marielle Franco, uccisa in un agguato dopo aver lavorato per i diritti delle donne nere e dei giovani nelle favelas.
I diritti umani sono diritti di tutti, non solo di alcuni, ha sottolineato il presidente Antonio Marchesi, parlando di categorie di persone cui questi diritti sono negati, come rifugiati e migranti.
E in Italia, secondo Amnesty che in 85 piazze italiane ha organizzato fiaccolate per chiedere #dirittiatestaalta, che cosa sta accadendo?

Francesca Biliotti

Nel video l'intervista a Antonio Marchesi presidente Amnesty International Italia