Logo San Marino RTV

Ancora venti di crisi sulla maggioranza dopo la spaccatura in Senato

Lega e M5S votano uno contro l'altro sul progetto Tav. Romeo (Lega): "Chi vota no se ne assumerà la responsabilità"

di Francesca Biliotti
7 ago 2019

Soffiano ancora venti di crisi sulla maggioranza, Lega e M5S si spaccano sul progetto Tav. Ancora una divisione, questa volta sull'alta velocità, ultimo dei vecchi baluardi del M5S, da sempre contrario. Sei le mozioni votate in Senato, passano quelle a favore dell'opera e viene respinta l'unica contraria, presentata proprio dai 5Stelle. La Lega, che al contrario si è sempre detta favorevole al progetto, si è invece schierata con le mozioni presentate da Partito Democratico e Forza Italia. “Troppi ostacoli impediscono a questo governo di crescere”, ha detto in aula il capogruppo leghista, Massimiliano Romeo, lasciando intendere il clima incandescente. Presenti in Senato, i leader Luigi Di Maio e Matteo Salvini vanno via senza parlare, e Salvini annulla il previsto comizio ad Anzio, nel pomeriggio. Il Pd ne approfitta per incalzare la maggioranza: “Non ci sono più i numeri – dice Zingaretti – il presidente Conte deve salire al Quirinale”.

Nel video l'intervento in aula di Massimiliano Romeo, capogruppo della Lega in Senato