Logo San Marino RTV

Comunali: nel Riminese tiene il PD, che si conferma a Santarcangelo e strappa Montefiore al centrodestra

Nessuno, tra i candidati riminesi, ha ottenuto il ticket per l'Europarlamento. In Italia, ieri, si votava anche per le Regionali, in Piemonte, e per il rinnovo delle amministrazioni in 3.800 Comuni. A Pesaro la conferma di Matteo Ricci

27 mag 2019
Elezioni comunali
Elezioni comunali

E' l'ennesima Regione passata – negli ultimi mesi - al centrodestra. Come previsto, dopo lo tsunami leghista alle europee, in Piemonte ha vinto Alberto Cirio; con un ampio margine sul Governatore uscente Sergio Chiamparino. Nel pomeriggio anche lo scrutinio delle Comunali: tornata, quest'ultima, che ha coinvolto circa 16 milioni di cittadini, in tutto lo Stivale. Nel Riminese – dove hanno votato anche numerosi iscritti all'AIRE sul Titano – le sfide più attese erano a Santarcangelo e Bellaria: gli unici 2 Comuni dove era possibile il ballottaggio. Non ne avrà bisogno, nella cittadina rivierasca, Filippo Giorgetti, che ha superato il 50% dei consensi, confermando il precedente mandato del centrodestra. Anche a Santarcangelo – dove il PD presentava il proprio simbolo, unico caso nel Riminese - non vi sarà secondo turno, con la conferma del Sindaco uscente Alice Parma; senza storia la sfida con Domenico Samorani: il medico sceso in campo con l’appoggio di Lega e Forza Italia. Grande curiosità a Misano, dove non ce l'ha fatta Claudio Cecchetto, nonostante una campagna elettorale frizzante ed il supporto di nomi celebri della musica. Il Comune adriatico – dopo un appassionante testa a testa - resta al centrosinistra. Tutto ciò a dimostrazione di come, molto spesso, forti affermazioni in tornate regionali, nazionali ed europee – come quella del Carroccio – non si traducano necessariamente in vittorie in ambito locale; specie nelle piccole amministrazioni, dove la conoscenza diretta dei candidati gioca un ruolo decisivo. Confermati, allora, a Saludecio, San Clemente, San Giovanni in Marignano, San Leo e Montegridolfo – in quest'ultimo caso per appena 3 voti -, sindaci proposti da coalizioni o liste civiche di centrosinistra. Particolare la situazione a Verucchio, dove i cittadini hanno scelto ancora Stefania Sabba, nonostante la rottura con il PD. A Mondaino si è imposto invece il centrodestra; che ha perso tuttavia – a sorpresa – quella che da anni era una propria roccaforte pressoché inespugnabile: Montefiore Conca. Gare a senso unico, per la nomina del Sindaco – essendo presente una sola lista - a Talamello, Maiolo e Casteldelci. L'affluenza, a livello provinciale, è stata del 67,41%, contro il 71,29% della tornata di cinque anni fa. Nelle vicine Marche partita importante a Pesaro dove, nel voto Europeo, la Lega aveva sfiorato il 32%; superando sorprendentemente il Partito Democratico. Tutto ciò, comunque, non impedirà al Sindaco uscente Matteo Ricci di ottenere la riconferma già al primo turno; enorme il margine sulla coalizione di centrodestra.