Logo San Marino RTV

Coronavirus: 166 casi in Emilia-Romagna, uno dei numeri più bassi da inizio emergenza

Nelle Marche scendono i ricoveri in terapia intensiva

3 mag 2020
Un medico (Ansa)
Un medico (Ansa)

In Emilia-Romagna, nelle ultime 24 ore si sono registrati 166 nuovi casi di contagio da Coronavirus, uno dei numeri più bassi dall'inizio dell'epidemia, a fronte di 4.940 tamponi, il cui numero totale ha quasi raggiunto i 200mila. Lo rilevano i dati diffusi dalla Regione Emilia-Romagna e aggiornati alle 12, che contano anche 28 nuovi decessi. Il totale dei casi di positività è di 26.016, mentre il numero complessivo dei morti è di 3.642. Crescono le guarigioni (416) e calano i casi attivi (-278), per un differenziale fra guariti e malati di 4.284, fra i più alti nel Paese. I pazienti in terapia intensiva sono 197, uno in più rispetto a ieri, mentre sono 36 in meno i ricoverati negli altri reparti Covid. I nuovi decessi riguardano tre residenti nella provincia di Piacenza, uno in quella di Parma, cinque in quella di Reggio Emilia, tre in quella di Modena, cinque in quella di Bologna, sei a Ferrara, nessuno a Ravenna, quattro in quella di Forlì-Cesena (tutti nel forlivese), uno nel riminese.

Nelle Marche salgono a 2.194 i dimessi/guariti, mentre i ricoveri in terapia intensiva scendono a 43. Su 1.125 tamponi analizzati nelle ultime 24 ore nelle Marche ne sono risultati positivi 21, portando il totale a 6.319 su 42.282 test I dati resi noti dal Gores indicano che, su 6.319 casi positivi, i ricoverati sono in totale 443: oltre ai 43 in terapia intensiva, ce ne sono 336 in terapia non intensiva, 64 in area post acuzie, 146 in strutture territoriali. Sono 2.755 i malati in isolamento domiciliare, La provincia di Pesaro Urbino è arrivata a 2.540 casi positivi registrati, quella di Ancona a 1.817, Macerata a 1.031, Fermo a 450, Ascoli Piceno a 282. Sono 7.714 i casi e contatti in isolamento domiciliare, tra cui 1.045 operatori sanitari.