Logo San Marino RTV

Coronavirus: attivato anche a Rimini il sistema drive thru

Dal ministero per la salute via libera ai test rapidi

4 apr 2020
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Parte anche a Rimini il sistema drive thru per effettuare tamponi in modo più rapido e ottimizzando le risorse a disposizione. La formula del drive thru è rivolta ai pazienti che, non presentando più sintomi da 14 giorni, si sottopongono ad un primo tampone eseguito presso il loro domicilio. Dopo 24 ore dal primo tampone negativo i medesimi pazienti si sottoporranno ad un secondo tampone, attraverso appunto il metodo del drive thru, recandosi con la propria auto presso la sede ospedaliera, al fine di attestare la completa guarigione.

L’adozione di questa formula è volta a rendere più snella e veloce l'attività di indagine epidemiologica. L’uso di un apposito modello di convocazione, condiviso tra la Prefettura, l’AUSL e le Forze dell’Ordine, consentirà al cittadino convocato di circolare per il tempo strettamente necessario a recarsi presso la struttura ospedaliera. 

Intanto nella serata di ieri era arrivato il via libera dal ministero della Salute ai test molecolari veloci, ovvero i tamponi rapidi, basati sulla rilevazione dei geni virali nelle secrezioni respiratorie. Questi permetterebbero di ottenere risultati in tempi brevi. Lo stabilisce una nuova circolare in cui si indicano anche i criteri di priorità per l'esecuzione, a partire da pazienti ospedalizzati, operatori sanitari esposti a maggior rischio, soggetti fragili e soggetti con infezione respiratoria ricoverati nelle Rsa.