Logo San Marino RTV

Emilia-Romagna: dal 15 giugno ripartono cinema, teatri e spettacoli; attenzione ai condizionatori d'aria

6 giu 2020
Emilia-Romagna: dal 15 giugno ripartono cinema, teatri e spettacoli; attenzione ai condizionatori d'aria

Nuova ordinanza dell'Emilia-Romagna (vedi allegato), emanata proprio oggi dal presidente Stefano Bonaccini. Fra le novità, la ripartenza, dal 15 giugno di cinema, circhi, spettacoli dal vivo e set cinematografici. Ed anche congressi e convegni. Mentre già da lunedì 8 giugno è possibile realizzare in presenza tutte le attività formative, così come le prove per gli spettacoli, ma senza pubblico.

Nelle linee guida si specifica il numero massimo di spettatori: 200 per gli spettacoli al chiuso e 1.000 per quelli all'aperto. Dovrà inoltre essere assicurato almeno un metro di distanza tra gli utenti, eccetto che per nuclei familiari e conviventi. Potrà essere misurata la temperatura all'ingresso e, nel rispetto della privacy, dovrà essere tenuto un registro delle presenze per 14 giorni. Dovrà essere inoltre indossata la mascherina quando ci si trova negli spazi comuni. "L'uso promiscuo dei camerini - spiega la Regione - è da evitare, salvo assicurare un adeguato distanziamento interpersonale unito alla pulizia delle superfici". Il personale (artisti, addetti a lavorazioni presso i laboratori di scenotecnica e sartoria, ecc.) dovrà indossare la mascherina quando l'attività non consente il rispetto del distanziamento. Gli oggetti eventualmente utilizzati per la scena devono essere manipolati dagli attori muniti di guanti e i costumi di scena dovranno essere individuali.

Capitolo a parte per i condizionatori d'aria. Se tecnicamente possibile è obbligatorio escludere totalmente dagli impianti di condizionamento la funzione di ricircolo dell'aria. In ogni caso, spiega la Regione, "vanno rafforzate ulteriormente le misure per il ricambio d'aria naturale, anche attraverso l'impianto, di cui va garantita, in condizione da fermo, la pulizia dei filtri dell'aria di ricircolo per mantenere i livelli di filtrazione-rimozione adeguati". Inoltre, "se tecnicamente possibile", va aumentata la capacità filtrante del ricircolo, sostituendo i filtri esistenti con filtri di classe superiore, garantendo il mantenimento delle portate. Nei servizi igienici va mantenuto in funzione continuata l'estrattore d'aria.


File allegati