Logo San Marino RTV

Festa del 2 giugno, il presidente Mattarella a Codogno: "Da qui riparte l'Italia del coraggio e della Costituzione"

Il Comune dove 103 giorni fa fu scoperto il paziente numero uno ha stabilito che il 21 febbraio sarà il giorno delle vittime del coronavirus

di Francesca Biliotti
2 giu 2020

Il presidente della Repubblica italiana per celebrare il 2 giugno ha deposto una corona d'alloro all'Altare della Patria a Roma, nel corso di una cerimonia in forma ridotta, durata una quindicina di minuti e senza la tradizionale parata. Decine i presenti che hanno assistito al passaggio delle Frecce Tricolori. “La situazione di crisi che il Paese sta affrontando esige unità, responsabilità e coesione – è il senso del messaggio che Mattarella ha inviato ai prefetti per la Festa della Repubblica – perché sta richiedendo a tutti uno sforzo straordinario”. Subito dopo si è recato a Codogno, dove 103 giorni fa fu scoperto il paziente numero uno affetto da Covid 19, e dove nel locale cimitero deposto una corona a ricordo dei morti. Il Comune ha stabilito che il 21 febbraio sia il giorno per ricordare le vittime del coronavirus. “Da qui riparte l'Italia del coraggio e della Costituzione”, ha detto il presidente nel suo discorso nella cittadina lombarda. In piazza a Roma anche il centrodestra, per una manifestazione intitolata “L'Italia non si arrende”: presenti Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Antonio Tajani.

Nel video le voci dei leader del centrodestra, Meloni e Salvini, nel corso della manifestazione