Logo San Marino RTV

Festa del Riconoscimento per la Papa Giovanni XXIII: rinascita per i ragazzi liberi dalla dipendenza

Nella chiesa della Resurrezione la liturgia del vescovo Francesco Lambiasi

26 dic 2019

E' una festa di speranza, di ritorno alla vita di tutti i giorni dopo un periodo di difficoltà, quella celebrata dalla comunità fondata da don Oreste Benzi. Nel giorno di Santo Stefano la liturgia speciale per la rinascita dei 96 ragazzi che, nel 2019, hanno concluso il programma terapeutico contro le dipendenze. 80 di loro provengono dall'Italia e 16 dall'estero.

Nella chiesa della Resurrezione il vescovo della Diocesi di Rimini, monsignor Francesco Lambiasi, ha guidato la liturgia a cui sono seguiti momenti di festa. Una tradizione che compie 35 anni: a celebrare la prima messa fu don Benzi nel 1984 con i primi ragazzi che riuscirono a sconfiggere il dramma legato alla droga. In questi giorni di festività prendono spazio le testimonianze di chi ha attraversato la dipendenza. Come quello del ragazzo il cui genitore si vide costretto a farlo arrestare per allontanarlo dalla cocaina o la storia di chi ha avuto il primo disagio interiore tra i 5 e i 6 anni.

Il percorso di recupero alla Papa Giovanni è dedicato alla valorizzazione della persona. Una volta accettato il programma, si entra in un contesto di tipo familiare. Tre anni è la durata media del percorso formato da tre fasi: accoglienza, comunità e rientro nella vita sociale. “Il punto di partenza di una nuova vita - spiega l'organizzazione -. Una rinascita non solo per il singolo, ma per la sua famiglia e per tutta la Comunità”.