Logo San Marino RTV

Gdf: sequestrati beni per 420.000 euro, imprenditore svuota conti società senza dichiararlo al fisco

20 mar 2019
gdf Rimini
gdf Rimini
Aveva iniziato tre anni prima del fallimento, dichiarato nel 2016, a svuotare i conti correnti della sua società, proprietaria di un noto negozio di mobili a Santarcangelo di Romagna, arrivando a sottrarre oltre un milione di euro. Un imprenditore romagnolo 63enne è finito indagato dalla Procura della Repubblica di Rimini per bancarotta fraudolenta e distrazione di beni oltre che per omessa dichiarazione dei redditi per il 2013, 2014 e 2015. In seguito alle verifiche del nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Rimini, il sostituto procuratore Paolo Gengarelli, ha chiesto e ottenuto dal Gip, Manuel Bianchi, un provvedimento di sequestro preventivo di beni per un valore di 420 mila euro. Nella cifra sono ricomprese le quote societarie e una casa che il 63enne aveva costruito e intestato al padre, nel frattempo deceduto, e passata in eredità alla nipote.