Logo San Marino RTV

Giulio Lolli: il legale invoca "tutela diplomatica" per l'ex patron di Rimini Yacht

9 mar 2019
Giulio LolliGiulio Lolli: il legale invoca "tutela diplomatica" per l'ex patron di Rimini Yacht
Giulio Lolli: il legale invoca "tutela diplomatica" per l'ex patron di Rimini Yacht - Secondo fonti di stampa, l'imprenditore bolognese - fuggito dall'Italia dopo il crac milionario dell...
La notizia è stata rilanciata oggi dal Corriere Romagna: Giulio Lolli rischierebbe la pena capitale, essendo accusato di “istigazione alla guerra civile, alla divisione nazionale e a seminare divisione tra i libici”. Tripoli, infatti, riporta il quotidiano, imputerebbe all'ex patron di Rimini Yacht – fuggito dall'Italia dopo le vicende giudiziarie connesse al crac milionario della sua società - la presunta appartenenza ad un “gruppo armato islamista” “ritenuto, secondo alcune fonti, vicino ad Al Qaeda”. Novità delle quali è all'oscuro il legale dell'imprenditore bolognese, Antonio Petroncini. “La nostra diplomazia – sostiene l'avvocato, che non ha più avuto occasione di sentire il suo assistito dall'arresto, nel novembre del 2017 - si è limitata a chiedere informazioni in modo burocratico, ma non mi risulta siano state intraprese iniziative adeguate a garantirgli la tutela diplomatica alla quale ha diritto, essendo un cittadino italiano”. Da qui l'appello affinché venga dato corso ad atti concreti, “per ottenere dalle autorità libiche garanzie in ordine al trattamento cui Lolli è sottoposto, ed informazioni sui motivi della sua detenzione”. “Mi è stato riferito – continua Petroncini – di una richiesta di estradizione, ma non ho comunicazioni ufficiali”. Dal legale, infine, un plauso alla Procura di Rimini, che – afferma - “si è più volte attivata per avere informazioni e fare sì che in un qualche modo venisse tutelata e garantita la sicurezza” di Lolli.