Logo San Marino RTV

Governo italiano, via libera all'uso del Taser per la polizia

Il Consiglio dei ministri istituisce il 25 marzo "Giornata di Dante"

di Francesca Biliotti
17 gen 2020

Via libera al Taser, pistola ad impulsi elettrici, da parte delle forze di polizia. Dopo il passaggio al Consiglio di Stato per un parere, il testo tornerà a Palazzo Chigi per l'approvazione definitiva. Il Taser è già stato sperimentato in 12 città italiane e il suo uso dovrà avvenire nel rispetto delle “necessarie cautele per la salute e l'incolumità pubblica”, e secondo i principi di precauzione condivisi col ministero della Salute. Altra decisione, l'istituzione del 25 marzo come “Giornata di Dante”: è la data che tutti gli studiosi riconoscono come inizio del viaggio nell'aldilà della Divina Commedia, ha spiegato il proponente, ministro della Cultura Dario Franceschini. Il 20 gennaio invece la Giunta per le immunità del Senato voterà l'autorizzazione a procedere nei confronti di Matteo Salvini, per il caso della nave Gregoretti. L'accusa è sequestro di persona per non aver assegnato, quand'era ministro degli Interni, un porto di sbarco alla nave militare italiana con a bordo 131 migranti. La Lega protesta anche per la bocciatura, dalla parte della Corte Costituzionale, del referendum che mirava ad abolire la parte proporzionale della legge elettorale. “La Consulta è una delle ultime sacche di resistenza del vecchio sistema”, è stato il commento di Salvini, che ha incassato anche la bocciatura del ricorso contro l'ordinanza di scarcerazione nei confronti di Carola Rackete, comandante della Sea Watch 3 approdata a Lampedusa forzando il blocco: la capitana, insomma, deve restare in libertà.