Logo San Marino RTV

Il caso del Tg Leonardo e del virus creato in laboratorio: le smentite dalla comunità scientifica

26 mar 2020
Il caso del Tg Leonardo e del virus creato in laboratorio: le smentite dalla comunità scientifica

Sta girando in rete il video del Tg3 Leonardo del 16 novembre 2015 nel quale si parlava di un virus creato in laboratorio da scienziati cinesi. "Scienziati cinesi creano un supervirus polmonare da pipistrelli e topi. Serve solo per motivi di studio ma sono tante le proteste". Questo l'attacco del servizio. "Resta chiuso nei laboratori, ovvio. Serve solo per motivi di studio; ma vale la pena correre il rischio, creare una minaccia così grande solo per poterla esaminare?". E' bastato questo per rendere virale un video e creare una nuova teoria del complotto dietro l'attuale pandemia da Covi-19.

Il direttore della testata regionale Rai, Alessandro Casarin è intervenuto spiegando che proprio tre giorni prima la rivista scientifica Nature, dalla quale era stato tratto il servizio del 2015, aveva escluso collegamenti tra il virus del quale si parlava nel servizio e il Covid-19.

A stretto giro sono arrivate le smentite della comunità scientifica. "Il Covid-19 non è lo stesso virus creato in laboratorio dai cinesi nel 2015". La smentita categorica arriva dal professor Enrico Bucci docente alla Templey University, Usa, epidemiologo di fama mondiale in una intervista. "Il virus creato nel 2015 - dice il professor Bucci - non aveva capacità epidemica. Inoltre è indubbio che il Covid-19 non è stato creato in laboratorio ma è frutto di una selezione naturale".

Il noto virologo italiano Roberto Burioni ha smentito dalle sue pagine social. "L'ultima scemenza è la derivazione del coronavirus da un esperimento di laboratorio. Tranquilli, è naturale al 100%, purtroppo". Il virologo fa riferimento all'ultimo numero di Nature Medicine "nel quale c'e' scritto che le analisi eseguite mostrano chiaramente che il virus non è costruito in laboratorio. “Basta con le fake" – ha concluso.

Anche Ilaria Capua che dirige l'One Health Center of Excellence, all'Università della Florida è intervenuta per smentire la correlazione tra quanto detto nel servizio l'epidemia in corso. "Il Covid-19 è un virus che deriva dal serbatoio selvatico. Non sappiamo ancora quante specie animali abbia colpito prima di arrivare all'uomo. Vorrei dire ai complottisti che il codice a barre di quel virus di cui si parla nel TgrLeonardo, è parte integrante della pubblicazione".

Anche la politica non ha esitato a intervenire, a partire dal premier Giuseppe Conte "Non ho visto il servizio, ma ho referenze che non è così" – ha dichiarato uscendo dalla Camera. Dal leader della Lega Salvini, tramite la sua pagina Facebook una richiesta di interrogazione urgente al presidente del Consiglio e al Ministro degli Esteri".