Logo San Marino RTV

Il maltempo colpisce l'Italia: allagamenti e esondazioni in Liguria

Allerta arancione in Emilia-Romagna

3 nov 2019
Maltempo in Liguria. Foto Ansa
Maltempo in Liguria. Foto Ansa

Il maltempo sta colpendo diverse regioni italiane, con la Liguria in testa, spazzata dal vento e dalla pioggia, che hanno provocato esondazioni ed allagamenti.

Nel Tigullio nove persone sono state sfollate da una palazzina di Lavagna, che si è scoperchiata stamattina per la tromba d'aria che si è abbattuta sul litorale del Levante ligure. Passeranno la prossima notte presso alcune abitazioni messe a disposizione dal Comune di Lavagna. A Sestri Levante il Sindaco Valentina Ghio chiede ai cittadini di non uscire di casa per le condizioni meteo che sono "preoccupanti". Molte le strade e le piazze allagate della cittadina ligure mentre si stanno intensificando le precipitazioni. A causa delle forti precipitazioni, decine di interventi nella notte dei vigili del fuoco anche in Toscana, mentre nel Salernitano si dispone l'evacuazione di cento famiglie nelle fasce pedemontane, per il rischio di possibili alluvioni e di colate di fango.

In Emilia-Romagna è scattata l'allerta arancione, per criticità idraulica e idrogeologica, sui rilievi del Piacentino e del Parmense e allerta gialla per temporali sempre sui rilievi del Piacentino e del Parmense, sui bacini emiliani centrali del Modenese, Reggiano e Parmense e sulla pianura e bassa collina emiliana occidentale nel Parmense e nel Piacentino. Allerta gialla per forti venti, ancora, su tutto il crinale appenninico regionale, sulla pianura e sulla costa della Romagna. Nel dettaglio, spiega l'Arpae, ci saranno precipitazioni intense sul settore centro-occidentale, anche a carattere temporalesco in Appenino con i fenomeni che tenderanno a spostarsi verso Est nel corso della giornata e in esaurimento nella notte. Sono previsti venti forti sulle aree di crinale con vento medio stimato tra i 62-74 Km/h e con raffiche attorno 80/90 Km/h mentre sulle aree collinari limitrofe nella prima parte di domani, saranno probabili raffiche attorno ai 70 km/h. Quanti ai fiumi previsti innalzamenti dei livelli idrometrici con superamento della soglia 2 nel tratto montano, in particolare nel bacino del fiume Taro.