Logo San Marino RTV

Maltempo, crollato un tratto di viadotto autostradale in Liguria

Intanto è stata prolungata fino alla mezzanotte di oggi l'allerta rossa, in Piemonte, su Astigiano, Alessandrino e Valli di Lanzo e Orco (Torino).

24 nov 2019
foto @ansa
foto @ansa

Prosegue l'ondata di maltempo che sta colpendo il nord ma non solo. Un tratto di viadotto lungo la Torino-Savona è crollato: si tratta di una trentina di metri circa di autostrada, una porzione lungo la A6 Torino-Savona, tra l'innesto con la A10 e Altare in direzione Torino. Sul posto i vigili del fuoco. Il tratto di autostrada crollato è la cosiddetta "Autostrada dei Fiori", gestita dal Gruppo Gavio. Una frana la causa del crollo: per le forti piogge ha ceduto un tratto di montagna, che si è portata via una trentina di metri del viadotto. Da una prima verifica dei vigili del fuoco sembra che il crollo non abbia coinvolto persone. L'autostrada A6 Torino-Savona è interrotta tra Savona e Altare, in direzione Torino. 

Resta l'allerta in Piemonte, Calabria e Liguria dove, specie nel Savonese, la nottata è stata difficile.

Un'auto è finita nel fiume Bormida, in provincia di Alessandria, a causa dell'ondata di maltempo che sta interessando la zona. I vigili del fuoco hanno già recuperato i due occupanti, che sono stati trasferiti in ospedale, mentre una terza persona risulta dispersa. Si tratta di una 52enne si stava recando al lavoro, in una casa di riposo della zona, e dopo aver lasciato la sua auto si è incamminata a piedi lungo la strada provinciale 186, utilizzando il telefono cellulare per far luce nel buio. Presa dal panico per il livello dell'acqua, che continuava a salire, quando ha raggiunto l'auto, che nel frattempo aveva superato le transenne violando il divieto di circolazione, e ci si è aggrappata. La donna sperava così di salvarsi, ma una ondata di piena ha travolto il mezzo e la donna.

La piena del Po ha superato la soglia di guardia. Allagati a Torino i Murazzi e il Borgo Medievale. Sotto osservazione le aree del Meisino e del Fioccardo. La Protezione civile del Comune è presente sul posto per controllare e informare la cittadinanza. La Maratona è stata cancellata.

Sono circa mille le persone isolate in Valle d'Aosta a causa delle valanghe che hanno portato alla chiusura di alcune strade regionali. Le situazioni più critiche nella valle del Lys, dove Gressoney-La-Trinité è isolata a causa delle slavine che incombono sulla regionale.