Logo San Marino RTV

Maxi stangata bollette gas, mercoledì incontro

18 mar 2019
Sede SgrMaxi stangata bollette gas, mercoledì incontro
Maxi stangata bollette gas, mercoledì incontro - La Federconsumatori chiede un tavolo con i parlamentari
Settimane di polemiche, dopo la maxi stangata delle bollette sul gas con importi sproporzionati, da 400 a oltre 1.500 euro, con relativa protesta che monta agguerrita anche sui social.

In attesa dell'incontro di mercoledì mattina, finiscono nell'occhio del ciclone, oltre all'Iva sull'imposta, anche i contatori elettronici, il cui passaggio è arrivato in contemporanea alla stangata. Il malcontento monta ed addita come sospetta la crescita media del fatturato Società Gas Rimini, proiettata dagli ultimi sei anni di profitti tra le cento eccellenze d'Italia: quelle con un fatturato tra il 120 e 500 milioni: 283 per l'esattezza, come riporta il Corriere della Sera. Ma da via Chiabrera tagliano corto e spiegano la situazione con altri numeri: nel mese di gennaio 2019 i prelievi di gas da parte del comparto civile sono aumentati del 22,2% rispetto al 2018: " 25% in più di metri cubi di gas erogati, a cui si aggiunge l’incremento del costo del gas definito da Arera”. Insomma Sgr Servizi aspetta mercoledì come occasione utile per fare chiarezza, mentre Federconsumatori affila le armi ed anticipa le proposte: controlli sui contatori elettronici, rateizzazione degli importi a tassazione zero, trasparenza nella comunicazione di possibilità come il bonus gas sono alcune. Chiesto anche un incontro con i parlamentari locali.
“La polemica ha fatto esplodere un disagio sociale che non deve lasciare indifferenti” ricorda il presidente Graziano Urbinati.
Il contraccolpo potrebbe non essere da poco: se l'incontro dovesse concludersi con un nulla di fatto, si potrebbe arrivare alla risoluzione in tronco di 8 mila contratti
"Chiederemo la collaborazione di SGR nell’informare tutti gli utenti – tramite folder allegato alla bolletta gas- scrive Federconsumatori in una nota - di tutte le possibilità di riduzione della bolletta stessa, come ad esempio il bonus gas, che si può richiedere presso tutti i Caaf autorizzati. Chiederemo poi un ulteriore approfondimento sulle aliquota iva , sulle accise , sulla riforma degli oneri di sistema e del riallineamento dei bonus. Abbiamo inviato - conclude- richiesta di incontro ai parlamentari locali anche il relazione alle clausole di salvaguradia contenute nella Legge di Bilancio 2019 che potrebbero portare nel 2020 e 2021 ad consistente aumento dell’Iva che insieme alla liberalizzazione del mercato del gas aumenterebbe ulteriormente le bollette".
s.b