Logo San Marino RTV

Niente più sedili vuoti nei treni ad alta velocità, finisce il distanziamento. Cts: "molto preoccupati"

1 ago 2020
Un Frecciarossa. Foto @Pexels.com
Un Frecciarossa. Foto @Pexels.com

Finisce il distanziamento sui treni: tutti i convogli ad alta velocità di Trenitalia e Italo potranno viaggiare con il cento per cento dei posti occupati.Niente più sedili vuoti, dunque, nonostante la curva dei contagi sia in crescita da qualche giorno e l'indice di contagio (Rt) è ormai prossimo all'1 a livello nazionale. La decisione non viene condivisa dagli esperti del Comitato tecnico scientifico: 'è una scelta - dichiarano  - che desta molta preoccupazione'. La scelta fatta , dicono fonti del Cts all'Ansa, è stata presa senza attendere il parere degli esperti. Nella mattinata di giovedì, secondo quanto è stato possibile ricostruire, il Mit ha inviato al Comitato una richiesta di valutazione del nuovo piano per i treni ma nella riunione che si è tenuta nel pomeriggio il tema non è stato affrontato, visto che sul tavolo c'erano altre questioni.

L'analisi della richiesta arrivata dagli uffici del ministro Paola De Micheli era prevista per la riunione di giovedì. "Non abbiamo dato alcun parere" dicono ancora dal Comitato sottolineando che sarà proprio giovedì l'occasione per ribadire la "decisa contrarietà" alle scelte fatte. La situazione potrebbe comunque cambiare nelle prossime ore alla luce delle nuovi indicazioni contenute nel nuovo Dpcm. Che però non dovrebbe arrivare prima del 7 agosto e che dovrebbe contenere "un'armonizzazione" - dicono fonti di governo - di tutte le misure attualmente in vigore che devono essere prorogate fino al 15 ottobre.

Anche sui mezzi pubblici in Lombardia, da oggi, non c'è più distanziamento, anche se resta l'obbligo di guanti e mascherina.