Logo San Marino RTV

Ok definitivo della Camera al decreto sblocca cantieri

Ora la preoccupazione è tutta per l'Eurogruppo del 9 luglio

di Francesca Biliotti
14 giu 2019
Ok definitivo della Camera al decreto sblocca cantieri
Ok definitivo della Camera al decreto sblocca cantieri

Passa definitivamente la legge per sbloccare i cantieri e rimettere in moto il Pil, com'è negli auspici di governo: 259 i sì, 75 i no e 45 astenuti. La Lega ottiene così la sospensione di 4 norme del codice degli appalti, nonostante gli avvertimenti dell'Autorità Anticorruzione. Ad esempio, la Lega avrebbe voluto la possibilità di subappaltare senza limiti. La quota massima sarà invece del 40%, dal 30% attuale (nella prima stesura del decreto era del 50%). Le attenzioni sono però tutte per l'Eurogruppo del 9 luglio, data entro la quale bisogna trovare un accordo per evitare la procedura d'infrazione. Il ministro Tria sostiene l'inutilità di una manovra correttiva, e che i dati del governo italiano dimostrano che l'obiettivo chiesto da Bruxelles sarà raggiunto entro fine anno, ma l'Unione Europea non pare fidarsi e chiede subito di sistemare i conti, trovando almeno 3-4 miliardi. L'Italia, dice l'Ue, non rispetta le regole che impongono la riduzione del debito da fine 2018, e il buco si espanderà nel 2019 e 2020 quando, senza alcun intervento, il debito sfonderà il 135% del Pil.