Logo San Marino RTV

Paolo Savona: "Guardavo con simpatia a questo governo tra Lega e M5S"

L'ex ministro degli Affari Europei, oggi presidente Consob, ha parlato di Europa ma anche dei motivi che lo hanno spinto ad entrare nel consiglio dei ministri

di Francesca Biliotti
20 ago 2019
Paolo SavonaPaolo Savona
Paolo Savona

Vuole parlare solo dal palco, quindi svicola le telecamere, grazie agli ormai famosi cordoni di sicurezza del Meeting, e in effetti parla alla platea, Paolo Savona, oggi presidente Consob dopo essere stato ministro per gli Affari Europei. “Sono entrato nel governo – spiega – perché da meridionalista vedevo con simpatia questo tentativo, di Lega e Cinquestelle, di unire la parte produttiva dell'Italia a quella che chiede assistenza”. Cosa non ha funzionato, gli viene chiesto, e per lui il problema principale è un bilancio dello Stato complesso e ingessato da riprogrammare completamente, anche per avere idee valide da proporre all'Europa, come alternativa alle sfiancanti discussioni sullo sforamento del 2 o del 2,04%. Ma alla fine questa Europa è un problema o un'opportunità?


Nel video l'intervento di Paolo Savona, presidente Consob