Logo San Marino RTV

Patuanelli (M5S): "Se da Rousseau dovessero prevalere i no, Conte dovrà sciogliere la riserva in modo negativo"

Il capogruppo dei Cinquestelle al Senato dice di considerare la piattaforma al pari di una direzione di partito

2 set 2019
@StefanoPautanelliCarlo Sibilia
Carlo Sibilia

Il presidente del Consiglio Conte ha convocato alle 17 a Palazzo Chigi i capigruppo di M5s e Pd per discutere del programma di governo. C'è attesa per il voto sulla piattaforma Rousseau, previsto per domani dalle 9 alle 18, che decreterà il gradimento degli iscritti al M5S sul nuovo governo che dovrebbe nascere insieme al Pd. Il quesito dovrebbe recitare così: “Sei d'accordo che il MoVimento 5 Stelle faccia partire un Governo, insieme al Partito Democratico, presieduto da Giuseppe Conte?”. Intervistato da Radio Capital, il capogruppo 5Stelle Stefano Patuanelli ricorda che la piattaforma va trattata “al pari di una direzione di partito. Se dovessero prevalere i no, il presidente del Consiglio incaricato, Giuseppe Conte, dovrà sciogliere la riserva di conseguenza, ossia in modo negativo: non vedo alternativa”. Intanto il leader del Movimento Luigi Di Maio presiede a Palazzo Chigi un vertice dei suoi, mentre Conte alla Camera incontra le associazioni delle persone con disabilità e cittadini delle aree terremotate. Convocata anche la cabina di regia del Pd, al Nazareno, dal segretario Nicola Zingaretti. Partecipano il presidente Paolo Gentiloni, i due vicesegretari Andrea Orlando e Paola De Micheli, i capigruppo Andrea Marcucci e Graziano Delrio, le vicepresidenti Anna Ascani e Debora Serracchiani, oltre al tesoriere Luigi Zanda.


Sentiamo Carlo Sibilia, deputato M5s