Logo San Marino RTV

Ragazzo riminese non ammesso ad una festa privata accoltella l'organizzatore

6 ott 2020
Foto Pixabay
Foto Pixabay

Una festa è finita in un accoltellamento lo scorso sabato. Un gruppo di ragazzi riminesi, riporta Riminitoday, si era presentato senza invito ad un evento privato in una villa di Muraglia, in provincia di Pesaro, a cui stava partecipando una quarantina di persone fra moldavi e altri giovani. Dato che non si trovavano nella lista dei partecipanti la loro richiesta di entrare però è stata rifiutata dagli organizzatori.
Ne è scaturita un'accesa discussione sfociata poi in rissa fra i gruppi. Uno dei riminesi, durante la collutazione, ha estratto un coltello e ha piantato due fendenti nella schiena di un 21enne. L'autore dell'aggressione e gli altri partecipanti si sono dileguati alla vista del sangue.

Sul posto sono intervenuti la Polizia di Pesaro e l'ambulanza del 118 per il trasporto al pronto soccorso. Inizialmente la vittima era restia a collaborare dato che si trova in Italia irregolarmente, ma, messo alle strette, ha raccontato tutto alle autorità.

Sono partite le indagini e l'autore dell'accoltellamento, un 18enne riminese di origini campane, è stato rintracciato lunedì nella sua abitazione. Dato che manca la flagranza di reato e non c'è pericolo di fuga, al momento il ragazzino è stato solamente denunciato a piede libero.