Logo San Marino RTV

Ravenna: in 2.500 contro il blocco alle trivellazioni, E-R: “scelta sbagliata”

16 mar 2019
Ravenna: in 2.500 contro il blocco alle trivellazioni, E-R: “scelta sbagliata”
Sono state circa 2.500 le persone che si sono riunite in Piazza del Popolo, a Ravenna, teatro della manifestazione nazionale 'Per l'energia italiana-Accendiamo il buon senso', promossa da 11 organizzazioni imprenditoriali e sindacali con il patrocinio del Comune e della Provincia di Ravenna, indetta contro il blocco alle trivellazioni deciso dal Governo e per chiedere chiedere all'Esecutivo di cambiare rotta in merito alle attività estrattive.

Quella del Governo sul blocco delle estrazioni in mare, è "una scelta completamente sbagliata". È quanto sostenuto dall'assessore regionale alle Attività Produttive dell'Emilia-Romagna, Palma Costi. "Ravenna - ha osservato - è un grande polo proprio sull'Oil&Gas e riteniamo come Regione Emilia-Romagna, assieme a tutte le associazioni datoriali, sindacali, assieme a tutte le istituzioni, che un provvedimento che blocchi dall'oggi al domani le estrazioni offshore in mare, nonostante siano estrazioni completamente valutate dal punto di vista dell'incidenza ambientale e dell'incidenza rispetto a tutte le altre funzioni e produzioni che vengono svolte in questo territorio, sia una scelta completamente sbagliata". Quindi, ha argomentato ancora Costi, "come Regione stiamo chiedendo che questo comparto, quello di Ravenna dove insistono oltretutto tantissimi accordi siglati proprio per tutelare tutte le funzioni che si svolgono, sia stralciato da questo piano che riteniamo leda un comparto ricco di professionalità già vocato anche alla transizione energetica e - ha concluso - soprattutto, dove ci sono tantissimi posti di lavoro diretti e indiretti".