Logo San Marino RTV

Reddito di cittadinanza, arrivate 900.000 domande

Per il presidente dell'Istituto di previdenza Tridico, numeri nelle previsioni: respinto il 25% delle domande

di Francesca Biliotti
25 apr 2019
INPSINPS
INPS

Finora sono state 900mila le domande giunte all'Inps da nuclei familiari per percepire il reddito di cittadinanza: è Pasquale Tridico, presidente dell'Istituto di previdenza e già indicato prima delle elezioni da Luigi Di Maio come papabile per il ministero del Lavoro, a fornire i primi dati del provvedimento in una intervista a Radio Capital. “In un anno – ha detto – arriveremo alla stima di 1,2/1,3 milioni di nuclei per un totale di quasi 4 milioni di individui”, e se i numeri saranno questi, aggiunge, il costo sarà di circa 7 miliardi. Potrebbe dunque esserci un miliardo circa di risparmio, rispetto alle previsioni della legge di bilancio. Il tasso di domande respinte si aggira attorno al 25%; l'assegno medio risulta pari a 520 euro, anche perché, ha spiegato ancora il presidente, molti italiani sono possessori di case o comunque non pagano l'affitto o, peggio ancora, lo pagano in nero, dunque i 780 euro di cui si era sempre parlato per il reddito di cittadinanza sono decurtati di 280 euro previsti proprio per pagare la pigione. Secondo Tridico infine, non supera il 7% la percentuale di coloro che percepisce tra i 40 e i 50 euro, mentre per un 70% la somma sarà dai 300 euro in su; solo un 5% percepirà oltre i mille euro.