Logo San Marino RTV

“Riccione – il film” stroncato dall'Arcigay: “Un concentrato di sessismo e omofobia”

“Questo video è una pessima pubblicità per tutta la riviera”

di Filippo Mariotti
6 ago 2019
Un "frame" del lungometraggio
Un "frame" del lungometraggio

“Un concentrato di macchiette, sessismo, luoghi comuni, stereotipi, sessismo, omofobia, machismo, body shaming”. Non usa mezzi termini l'Arcigay Rimini per commentare le scene di “Riccione – il film”, il lungometraggio pubblicato sul canale YouTube della Rai. Che ad oggi conta oltre un milione e trecentomila visualizzazioni. L'associazione punta il dito soprattutto sulla figura del personaggio omosessuale “rappresentato beceramente come il solito stereotipo-macchietta molesto che ci prova con tutti, lancia sguardi allupati ai protagonisti ed oggetto continuo di disprezzo e infamie”. “Un destino davvero misero – continua – per quella Riccione che era stata capitale europea del turismo gay fin dagli inizi del '900”.

Poi una stoccata al Comune: “È scandaloso che abbia patrocinato questo spot e che l'assessore al Turismo Stefano Caldari sia persino riuscito a vantarsene”. “Purtroppo però nessuna sorpresa - conclude Marco Tonti, presidente Arcigay della provincia di Rimini "Alan Turing" - Quando Riccione nega per anni il patrocinio al Rimini Summer Pride, la grande manifestazione per i diritti LGBT della Romagna, definendolo "una carnevalata" ma concedendolo ai convegni ufologici, la linea culturale pare già ben delineata. Patrocinare uno spot come questo, omofobico, sessista, machista e volgare, è una naturale evoluzione di questa linea. Questo video è una pessima pubblicità per tutta la riviera e un danno notevole per quelle città che cercano di qualificarsi come luogo accogliente e paritario per tutti e tutte”.

"Leggiamo con sorpresa e dispiacere alcune dichiarazioni polemiche che si sono susseguite negli ultimi giorni in relazione al film web “Riccione”", si legge in una nota di Rai Pubblicità, Direzione Trade Marketing e Iniziative Speciali. "È utile ricordare che essendo un prodotto costruito per la distribuzione su youtube, il film è composto da alcune delle realtà di maggior successo del mondo dei Creators del digitale. Da questi vengono quindi ripresi tormentoni e stili comici evidentemente legati al nonsense propri del contesto di riferimento". "Si tratta di un video web di intrattenimento nonsense di natura comica e di sottolineatura parodistica di luoghi comuni - conclude -, che non rappresenta, ne ha mai avuto l’obiettivo di rappresentare in maniera realistica la città di Riccione".