Logo San Marino RTV

Rimini: guaritore accusato di violenza sessuale verso una donna con problemi psichici

21 feb 2020
Un guaritore. Foto archivio @pxfuel.com
Un guaritore. Foto archivio @pxfuel.com

Avrebbe approfittato della fragilità mentale di una donna per favori sessuali in cambio di "cure mistiche": per un 64enne di Rimini il sostituto procuratore, Paola Bonetti, ha chiuso le indagini, trasmettendo al Gip del Tribunale di Rimini la richiesta di rinvio a giudizio. È accusato di circonvenzione di incapace e violenza sessuale.

I fatti contestati, su cui hanno indagato i Carabinieri di Riccione, risalgono all'ottobre del 2018. Difeso dall'avvocato Andrea Magnani del Foro di Rimini, il 64enne non è stato ancora sentito dagli inquirenti, ma quella di un interrogatorio sarà la prima richiesta che la difesa farà in occasione dell'udienza preliminare, quando sarà fissata. Le indagini sono scattate su segnalazione dei genitori della ragazza, una 30enne riccionese in cura all'Ausl per disturbi psichiatrici. Dopo un peggioramento delle condizioni della figlia, ricoverata nel reparto di Psichiatria dell'ospedale di Rimini, i genitori hanno scoperto la relazione con il 64enne. La donna aveva interrotto la terapia farmacologica a favore delle cure "alternative" proposte dal pensionato. A seguito della denuncia, i Carabinieri hanno scoperto le frequentazione della donna e le pratiche che l'uomo le consigliava per alleviare le sofferenze fisiche. Col 64enne la 30enne avrebbe avuto anche dei rapporti di natura sessuale che secondo le accuse della Procura erano stati una sorta di pagamento per i ricevuti "consigli di terapie energetiche".

Secondo la difesa i due avrebbero invece avuto una relazione affettiva di breve durata. L'indagato sostiene che si trattò di pratiche di meditazione, mentre sui pagamenti afferma che ci fu una sola offerta libera di 200 euro per un rimborso spese di accompagnamento.