Logo San Marino RTV

Sardegna: scrutinio ancora in corso, Solinas, "Da oggi inizieremo a lavorare per la regione"

26 feb 2019
Christian Solinas @twitter
Christian Solinas @twitter
A oltre 24 ore dall'inizio dello spoglio e a scrutini ormai chiusi, ancora non sono disponibili, sul sito della Regione Sardegna, i dati definitivi delle elezioni regionali, vinte dal candidato del centrodestra Christian Solinas (senatore Psd'Az-Lega). Il dato è aggiornato, infatti, a 1830 sezioni scrutinate su 1840, oltre il 90%. Solinas (centrodestra) ha raggiunto il 47,81%. Segue Massimo Zedda (Centrosinistra) al 32,93%, e Francesco Desogus (M5s) con il 11,18%. Poi Paolo Maninchedda (Partito dei Sardi) con il 3,35%, Mauro Pili (Sardi Liberi) con il 2,31%, Andrea Murgia (Autodeterminazione) con l'1,82% e Vindice Lecis (Sinistra Sarda) con lo 0,59%.

Dopo i cinque anni della Giunta Pigliaru, la Regione Sardegna torna al centrodestra e si conferma così il trend degli ultimi vent'anni, ovvero l'alternanza al governo regionale tra i due schieramenti. "Oggi ha vinto la Sardegna. Ringrazio i sardi della fiducia, è stato premiato il progetto di governo che abbiamo presentato", sono le prime parole del governatore in pectore Christian Solinas. "Non ho mai visto un testa a testa, che non rispondeva al vero: 14 punti di vantaggio rappresentano un dato incontrovertibile", aggiunge introducendo alcuni concetti del programma che ha in mente per la sua Sardegna: "C'è una grande voglia di cambiamento e noi da domani inizieremo a lavorare per la Sardegna. Innanzitutto aboliremo la riforma sanitaria voluta dal centrosinistra e faremo una continuità territoriale aerea e marittima a misura dei sardi".