Logo San Marino RTV

Sergio Zanotti è libero, aperto un fascicolo per sequestro di persona

di Filippo Mariotti
6 apr 2019
Sergio Zanotti è libero, aperto un fascicolo per sequestro di persona

È atterrato ieri sera all'aeroporto romano di Ciampino Sergio Zanotti, l'imprenditore bresciano sequestrato in Siria nell'aprile 2016 dopo un viaggio di lavoro in Turchia. Ad annunciarlo il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Un viaggio di cui parenti e amici sembrano sapere poco. Forse un occasione di rilancio per il 57enne che ha appena avuto problemi con la giustizia per evasione fiscale. Ma qualcosa va storto e di lui si perdono le tracce. Riappare 7 mesi dopo in un video diffuso sul web. Si trovava in una vigna, con la barba lunga. Dietro di lui un uomo armato col volto coperto. Zanotti chiede al governo italiano di intervenire per evitare una sua eventuale esecuzione. A maggio 2017 un nuovo brevissimo filmato. Poi nulla fino a ieri, con l'annuncio del premier Conte. Zanotti sta bene ed è libero, grazie ad una intensa e delicata attività di intelligence e diplomazia. In mattinata sarà sentito dai Carabinieri del Ros e dalla Procura di Roma che ha aperto un fascicolo per sequestro di persona con finalità di terrorismo.