Logo San Marino RTV

Tav, Conte: "Progetto di 10 anni fa, anch'io ho dei dubbi"

7 mar 2019
Il Premier ConteTav, Conte: "Progetto di 10 anni fa, anch'io ho dei dubbi"
Tav, Conte: "Progetto di 10 anni fa, anch'io ho dei dubbi" - Il presidente del Consiglio annuncia di voler parlare con Francia e Unione Europea e conferma la con...
Il presidente del Consiglio conferma tutti i dubbi sul progetto Tav, e annuncia di volerne parlare coi partner europei.

I nodi restano ancora tutti. Non è bastata la “notte ad alta velocità”, com'è stato ironicamente battezzato il vertice notturno a Palazzo Chigi tra il presidente del Consiglio Conte e i due vice Di Maio e Salvini. Dopo svariate ore, la nota ufficiale della presidenza del Consiglio prende atto che l'accordo non c'è e che servono ulteriori incontri. Difatti Conte ha convocato a Palazzo Chigi Mario Virano, il direttore di Telt, la società italo-francese incaricata di realizzare l'alta velocità, e subito dopo il presidente del Consiglio, davanti alla stampa, ha confermato di avere a sua volta dei dubbi, dopo aver sentito gli esperti nominati dal ministero delle Infrastrutture, e che bisognerà parlarne coi partner, Francia e Unione Europea, prima di decidere. “E' un progetto di 10 anni fa – ha detto Conte – e se oggi l'Italia dovesse metterlo in cantiere, mi batterei affinché non venisse realizzato”.
Ha confermato la contrapposizione degli alleati di governo, Salvini e la Lega sono per il sì, i 5Stelle per il no. Se il governo dovesse impedire il lancio dei bandi utili ad iniziare l'opera, potrebbe scattare anche il danno erariale. E l'Unione Europea sostiene che l'Italia perderebbe 800 milioni di euro, senza contare gli imprenditori piemontesi, già sul piede di guerra se l'opera dovesse saltare.

Francesca Biliotti