Logo San Marino RTV

Turismo: a Rimini tornano gli stranieri

22 lug 2020
Turismo: a Rimini tornano gli stranieri

Si torna a parlare in tedesco, inglese e francese sulle spiagge di Rimini. Infatti, incominciata in sordina, l'estate 2020 sta piano piano riempiendo la Riviera, anche di turisti stranieri, in particolare da Germania, Svizzera, Francia e Belgio. Sia con una riconferma delle presenze consolidate, sia con nuovi clienti. Cosi', come da ricerca effettuata da Visitrimini, tornano negli hotel i clienti abituali, invece, ci sono nuovi clienti che arrivano tramite i tour operator e le online travel agency. Anche da alcune strutture di Bellariva segnalano numerosi arrivi che prenotano tramite i portali online, con conferme spesso last minute. Rimini, prosegue la societa' che ne cura la promo commercializzazione, sta intercettando anche il flusso dei turisti residenti in Nord Europa, ma originari dell'Est e del Sud, che in passato tornavano ai loro paesi di origine per le vacanze. Oggi, date le restrizioni, non riescono a farvi ritorno e scelgono Rimini per le loro ferie.

Mentre i turisti d'oltralpe sono attratti dal fatto che ora l'Italia e' considerata una meta ottimale in Europa, al ritorno dalla quale non e' richiesto il periodo di quarantena. Rimini, poi, rappresenta "una destinazione sicura, che puo' essere raggiunta comodamente in auto o con i mezzi pubblici e che offre numerose opportunita' di divertimento all'aria aperta anche per i piu' piccoli". Jean Paul, medico francese in vacanza a Viserbella per una settimana con la famiglia, racconta di venire in Romagna "da una decina di anni e anche quest'anno non abbiamo voluto mancare. Ci piace Rimini, ci troviamo bene e ci sentiamo ben accolti". Quest'anno, aggiunge, e' "tutto piu' tranquillo, perche' molti restano a casa per paura del virus, ma da medico posso dire che qui vengono prese tutte le precauzioni del caso per evitare il contagio. Non c'e' differenza rispetto a quanto avviene in Francia. Io non ho difficolta' a consigliare di venire a Rimini senza particolari preoccupazioni".