Logo San Marino RTV

Venturi: "Faccio il tifo per Rimini"; 6 decessi, ma calo relativo

Critica la situazione di Pesaro Urbino

di Sara Bucci
28 mar 2020

In Emilia Romagna si registra un calo relativo della curva epidemiologica. Sei i morti a Rimini. Nelle Marche il totale dei casi positivi è arrivato a 3.373.

Partiamo da Rimini, città per la quale il commissario per l'emergenza per l'Emilia-Romagna Venturi ha ammesso di avere un debole. Si continua a morire, 6 nuovi decessi dalle 12 di ieri alla stessa ora di oggi, ma i casi si stanno stabilizzando: 59 in più, in tutto 1.323. “Sono state prese misure draconiane - ha detto Venturi - blocco della mobilità e produttività. Speriamo la curva si stabilizzi”. In Emilia-Romagna sono 12.383 i casi di positività al Coronavirus, 795 in più di ieri. 52.991 i test refertati, 5.193 in più sempre rispetto a ieri. Questi i dati accertati alle ore 12 di oggi. Complessivamente, sono 5.358 le persone in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (301 in più rispetto a ieri); aumentano di poche unità – come si sta verificando negli ultimi giorni – quelle ricoverate in terapia intensiva, che sono 316, 8 in più rispetto a ieri. I decessi sono passati da 1.267 a 1.344: 77, quindi, quelli nuovi, di cui 44 uomini e 33 donne. Al tempo stesso, continuano a salire le guarigioni, che raggiungono quota 1.075 (115 in più rispetto a ieri), 833 delle quali riguardano persone “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione; 192 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi (+38 rispetto a ieri).

Per quel che riguarda le Marche e la provincia di Ancona viaggia verso i mille contagiati da coronavirus (944), il totale della Regione è di 3.373. Sono i numeri diffusi dal Gores Marche che comunica al momento 1.153 ricoverati per Covid-19 in strutture regionali: 166 in reparti di terapia intensiva, 270 in reparti semi-intensivi e 529 non intensivi. Attualmente i guariti sono 10 e i dimessi dagli ospedali 144 mentre le persone decedute sono finora 364. Preoccupa in particolare il focolaio di Pesaro Urbino: 1.507 contagiati.