Logo San Marino RTV

Voto in Sardegna, scrutinio lentissimo ma centrodestra decisamente avanti

25 feb 2019
Il centrodestraVoto in Sardegna, scrutinio lentissimo ma centrodestra decisamente avanti
Voto in Sardegna, scrutinio lentissimo ma centrodestra decisamente avanti - Gli exit poll sbagliano, nessun testa a testa col centrosinistra. Crollo del M5S
Scrutinio lentissimo per il voto in Sardegna, col candidato del centrodestra però decisamente avanti. Schianto del M5S.

Gli exit poll davano un testa a testa che, numeri alla mano, non c'è stato. Il candidato del centrodestra Christian Solinas avanti con grande scarto rispetto al diretto inseguitore, Massimo Zedda del centrosinistra, sindaco di Cagliari. Exit poll però confermati sul crollo verticale del M5S, che oscilla attorno al 10% con Francesco Desogus, quando alle politiche dell'anno scorso aveva raccolto più del 40% dei voti nell'isola. Alla vigilia il favorito era in ogni caso Solinas, sostenuto da Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia. Altro dato di questa tornata, è l'estrema lentezza dei risultati: seggi chiusi la domenica alle 22, spoglio iniziato alle 7 di mattina ma a metà pomeriggio non ne era stata scrutinata neanche la metà. Per Matteo Salvini è ancora la Lega a vincere, mentre il Pd, aggiunge, perde per la sesta volta dalle politiche. Per Luigi Di Maio il Movimento è vivo e vegeto e ripercussioni sul governo non ve ne saranno, ma per una senatrice “ribelle”, Paola Nugnes, dovrebbe essere proprio la sua leadership ad essere ridiscussa.

Francesca Biliotti