Logo San Marino RTV

Finanza: il più grande hedge fund del Mondo scommette su calo, a marzo, dei listini azionari

La scommessa al ribasso di Bridgewater Associates - secondo il Wall Street Journal - ammonterebbe ad un miliardo e mezzo di dollari. Tutto ciò mentre la Germania schiva di un soffio la recessione tecnica

23 nov 2019

Un miliardo e mezzo di dollari. Tanto avrebbe sborsato Bridgewater Associates – il maggiore hedge fund al Mondo -, per scommettere su un ribasso, entro marzo 2020, dell'indice Standard & Poor 500, dell'Euro Stoxx 50, o di entrambi. In pratica guadagnerà se i principali listini azionari finiranno in rosso. L'indiscrezione, venuta da una fonte autorevole come il Wall Street Journal, non è certo una buona notizia per le prospettive dell'economia globale. Specie se si considera la capacità – del fondo speculativo del Connecticut – di agire in anticipo rispetto ai trend. Nel 2008, per intenderci, Bridgewater guadagnò l'8,7%, prevedendo la crisi finanziaria. Quest'anno i mercati hanno raggiunto nuovi massimi, e alcuni investitori – effettivamente – temono una possibile correzione. Non è escluso, tuttavia, che la presunta scommessa dell'hedge fund costituisca una semplice copertura, per una significativa esposizione sull'azionario. Una sorta di compensazione, insomma. Ma c'è anche chi ritiene che – all'origine della mossa – vi sia la preoccupazione che la senatrice Elizabeth Warren – ritenuta da alcuni “nemica di Wall Street” - si aggiudichi la nomination per il Partito Democratico. Il fondatore di Bridgewater ha comunque definito errato l'articolo del “Journal”. “Comunicare che abbiamo una visione ribassista del mercato azionario – ha twittato il miliardario Ray Dalio – sarebbe fuorviante”. Ma i timori, circa un possibile rallentamento dell'economia globale, restano; specie alla luce delle persistenti tensioni commerciali. Guerra dei dazi che ha provocato non pochi problemi specie alla Germania, che di recente ha schivato di un soffio l'ingresso in recessione tecnica. Sullo stato di salute della “locomotiva d'Europa” avevamo sentito, tempo fa, Stefano Zamagni; “dire che la Germania andrà in crisi – ha affermato l'economista – è ridicolo”.

Nel servizio l'intervista a Stefano Zamagni - Economista